Il Ricamificio | Fiorediloto Gioielli – Piccola Intervista
42761
post-template-default,single,single-post,postid-42761,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.3,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Fiorediloto Gioielli – Piccola Intervista

Vi ricordate di Annalisa di Fiorediloto Gioielli? Era stata nostra ospite in occasione del Temporary Corner ( il video lo trovate QUI) di Luglio e in questa piccola intervista ci racconta qualcosa di più di lei e dei suoi gioielli fioriti!
Buona lettura.

Ciao Annalisa, raccontaci qualcosa su di te e sulle tue passioni!
Ciao! Sono nata a Lecco, città bellissima sulle sponde del lago di Como e vivo in una piccola valle in montagna poco distante.
Sono laureata in Interior Design ma ho prima preso una laurea triennale in Design dell’arredo (la Brianza è il cuore del design italiano!).
Ho da sempre avuto la passione dei gioielli, sin da quando avevo 16 anni; a quell’età ho iniziato a creare i primi modelli di gioielli realizzati con argilla polimerica. Per questo finiti gli studi in design ho voluto seguire un Corso di Alta formazione in design del gioiello!
I miei sogni di gloria si sono poi infranti finito il Master, perchè ho fatto davvero tanta fatica a trovare un lavoro nel mio campo. Sono stata disoccupata per un lunghissimo anno prima di trovare un tirocinio presso il dipartimento Home di Gianni Versace. Questa bellissima opportunità mi ha aperto le porte del mondo del lavoro e ora lavoro come designer in un’azienda di prodotti per le belle arti.
Raccontaci quando e come è nato Fioredilotogioielli.
Come ti dicevo ho iniziato a creare gioielli a 16 anni, ma le sperimentazioni sono andate avanti per tantissimo tempo (e ne avevo bisogno, erano piccoli sgorbietti!) Poi alcune amiche hanno iniziato a chiedermi gioielli personalizzati per fare regali e ho pensato di aprire una pagina Facebook per mostrarle (siamo nel 2009). Il nome è dato da un nomignolo che mi ha dato il mio ragazzo di allora (che sta per diventare marito!)
Quali materiali utilizzi per realizzare le tue creazioni fiorite?
I materiali che uso sono molteplici: per alcune uso ancora l’argilla polimerica (per esempio per le rose) e cristalli Swarovski. Per altri uso invece Nylon stampato in 3d, bronzo, ottone e argento.
Come nasce un bocciolo?
Il processo è abbastanza lungo! Disegno in computer grafica 3d ogni Bocciolo su misura. Il disegno viene poi stampato in cera; il fonditore poi tramite la tecnica della cera persa fonde il gioiello in metallo (ottone, bronzo o argento che sia). Ovviamente prima di arrivare al gioiello finale si devono realizzare molteplici prototipi… il design è sempre in divenire ed è la cosa che mi piace di più! 
Qual’è il tuo sogno nel cassetto?
Devo dire che sono fortunata; nonostante le difficoltà ho già realizzato qualche piccolo desiderio… ma una boutique Fiorediloto è sicuramente il sogno più grande che ho!
Quali canali di comunicazione  utilizzi per far conoscere il tuo lavoro?
Instagram è diventato indispensabile per me! E’ un mondo speciale, pieno di ispirazione, che ti permette di comunicare l’anima del tuo progetto. Uso anche facebook, anche se devo dire che ultimamente è molto difficile farsi conoscere tramite questa piattaforma.
Ho partecipato a vari market e spesso consegno alcuni gioielli a mano; mi piace conoscere le persone che indosseranno i miei Boccioli 🙂 
Mi piacerebbe avere un sito internet curato e funzionante, ma per quello il lavoro è tanto e qui andiamo di passetto in passetto!
Dove ti possono trovare le persone interessate alle tue creazioni?
ma anche sul mio profilo Instagramhttps://www.instagram.com/fioredilotogioielli/